La Giunta regionale dell'Emilia Romagna ha adottato un nuovo pacchetto di misure per fronteggiare le conseguenze socioeconomiche dell’emergenza coronavirus in Emilia-Romagna.

E' previso un sostegno alle famiglie in difficoltà per pagare l’affitto, per garantire a tutti i ragazzi il diritto alle lezioni a distanza stando a casa (schede prepagate per connettersi a Internet e gli strumenti necessari come Pc o tablet), un sostegno economico a coloro che hanno dovuto interrompere i tirocini, a partire dalle persone con disabilità e alle categorie svantaggiate, che vada a coprire il mancato compenso mensile.

In particolare, i fondi per il Sostegno economico ai tirocinanti servono a garantire la quota mensile che viene a mancare a chi ha interrotto il tirocinio nell’ambito dei percorsi avviati attraverso i Centri di formazioni accreditati a causa dell’emergenza Coronavirus e le misure restrittive introdotte per fermare il contagio. Lo stanziamento regionale è destinato alle persone con disabilità e alle categorie svantaggiare – circa 2mila soggetti – e a coloro che svolgevano il tirocinio in aziende private, non a coloro che stanno continuando il loro tirocinio in smart working e che percepiscono quindi regolarmente la cifra prevista.